L'editoriale di (h)ortus


fave.jpg
Dopo quasi vent’anni di assenza – trascorsi, forse colpevolmente, a indagare architetture in luoghi più distanti del pianeta – sono ritornato a Urbino, alla ricerca non soltanto delle opere di Giancarlo De Carlo (e di tutti gli illustri architetti che lo hanno preceduto nella città di Federico da Montefeltro) ma anche della possibilità di fare un personalissimo punto sullo stato dell’architettura. Avevo sentito parlare da più parti del pessimo stato di conservazione degli Continua...

La città della postproduzione

Questo libro raccoglie una serie di saggi sulla postproduzione intesa sia quale condizione che connota oggi i territori europei, sia quale atteggiamento progettuale – realizzare non è più sufficiente e non è più centrale servono interventi altri, altre sovrascritture. Come nella prassi cinematografica, raramente la presa diretta esaurisce il momento di formalizzazione di un film: è necessario applicare un complesso di operazioni quali il doppiaggio, il montaggio, il missaggio che seguono la fase delle riprese e precedono la commercializzazione.
Continua...

PDF

EXHIBITING ARCHITECTURE | IL MUSEO DEL XXI SECOLO

ESPORRE SPAZI | PRODURRE IDEE | ELABORARE PROGETTI

Fondazione MAXXI
in coproduzione con Fondazione Musica per Roma


lunedì 9 e martedì 10 novembre 2009

CONFERENZA INTERNAZIONALE

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio
Viale Pietro De Coubertin, 30 - 00196 Roma

sabato 14 e domenica 15 novembre 2009

APERTURA STRAORDINARIA DEL MAXXI

con ZAHA HADID

maxxiRoma, ottobre 2009 – Per una settimana Roma sarà capitale internazionale dell’architettura. Due gli eventi - promossi dalla Fondazione MAXXI presieduta da Pio Baldi nell’ambito di MAXXI VEDE LA LUCE - il ricco programma che accompagnerà il rush finale verso la definitiva apertura del Museo nazionale delle arti del XXI secolo nella primavera 2010.

Il primo appuntamento è la conferenza internazionale Exhibiting Architecture|Il Museo del XXI secolo ideata da Margherita Guccione, direttore del MAXXI architettura, e coordinata da Maristella Casciato e Pippo Ciorra. Realizzata in coproduzione con Fondazione Musica per Roma, la conferenza internazionale si terrà lunedì 9 e martedì 10 novembre presso l’Auditorium Parco della Musica. Vedrà riuniti per la prima volta a Roma in un serrato dibattito i direttori dei musei e delle istituzioni di architettura più importanti del mondo, insieme a prestigiosi curatori, critici e studiosi. Tra questi figurano Barry Bergdoll del MoMA di New York, Aaron Betsky del Cincinnati Art Museum, Sarah Ichioka dell’Architecture Foundation di London, Giuliana Bruno del Department of Visual and Environmental Studies dell’Harvard University, Ole Bouman del NAi di Rotterdam. Concluderà l’intensa “due giorni” l’atteso intervento di Diller Scofidio + Renfro, lo studio di architettura più innovativo di New York, recente artefice, tra l’altro, dell’High Line di New York, dell’Institut of Contemporary Art di Boston, dell’Alice Tully Hall al Lincoln Center di New York.

Gli appuntamenti con l’architettura e con MAXXI VEDE LA LUCE proseguiranno sabato 14 e domenica 15 novembre, con l’apertura straordinaria in anteprima del MAXXI e la possibilità di visitare gli spazi ideati da Zaha Hadid, dalle 10 alle 13. E’ necessaria la prenotazione, attiva dal 1° novembre 2009. Percorsi nel Museo a cura del servizio educativo del MAXXI: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. (preview per i giornalisti e conferenza stampa di Zaha Hadid giovedì 12 novembre).
 

EXHIBITING ARCHITECTURE|IL MUSEO DEL XXI SECOLO
ESPORRE SPAZI | PRODURRE IDEE | ELABORARE PROGETTI

Nel 2010 il MAXXI farà il suo ingresso nell’autorevole lista delle grandi istituzioni museali ed espositive che da protagoniste operano sui temi dell’architettura. A partire dal ruolo cruciale svolto dal MoMA di New York, dal CCA di Montréal, dal FRAC di Orléans, dal NAi di Rotterdam, per citare solo alcuni degli istituti più prestigiosi, il MAXXI antepone all’inaugurazione ufficiale dei suoi spazi una riflessione “fondativa” sulla posizione che vuole coprire nel contesto internazionale, sul ventaglio delle sue attività, sul carattere delle iniziative che si impegna a promuovere, sui suoi interlocutori privilegiati, sulle modalità con cui intende collocarsi nel complesso scenario dell’architettura di oggi e di domani.

Roma, dunque, capitale dell’architettura per due giorni di confronto tra direttori di istituzioni, curatori, critici e architetti.
I temi al centro del dibattito sono i seguenti:
- definire i compiti del museo di architettura italiano;
- delineare i caratteri e le peculiarità dell’attività curatoriale nell’ambito di progetti internazionali;
- individuare gli interlocutori privilegiati e identificare il pubblico di riferimento;
- conciliare l’attività di conservazione della memoria documentaria con la promozione e l’attivazione di un dibattito attuale sull’architettura.

Credits
Pio Baldi, Presidente Fondazione MAXXI
Margherita Guccione, Direttore MAXXI architettura
Anna Mattirolo, Direttore MAXXI arte

Conferenza Internazionale
EXHIBITING ARCHITECTURE | IL MUSEO DEL XXI SECOLO
ideata da Margherita Guccione
a cura di Maristella Casciato, Pippo Ciorra

per ulteriori informazioni www.maxxi.beniculturali.it

ufficio stampa Exhibiting Architecture
stampa italiana:
Maria Cristiana Costanzo, +39 333 2683341, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Paolo Le Grazie, +39 346 2372137, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
stampa internazionale:
Alessandra Santerini, +39 335 6853767, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Chiara Costa, +39 331 7001172, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

ufficio stampa MAXXI
Beatrice Fabbretti, +39 335 6419189,  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
ufficio stampa  Musica per Roma
+39 06 80241574 – 231 – 228, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Da sabato 7 novembre sarà online sul sito www.maxxi.beniculturali.it un link al palinsesto televisivo MAXXI, a cura della redazione di Ultrafragola Channels TV, media partner dell'evento, aggiornato quotidianamente con interviste, anticipazioni e una sintesi degli interventi della conferenza internazionale.

MAXXI architettura in coproduzione con/in co-production with Fondazione Musica per Roma

Conferenza Internazionale/ International Symposium

EXHIBITING ARCHITECTURE | IL MUSEO DEL XXI SECOLO
Esporre spazi | Produrre idee | Elaborare progetti

EXHIBITING ARCHITECTURE | THE XXI CENTURY MUSEUM
Displaying spaces | Producing ideas | Developing projects

Lunedì 9 e Martedì 10 Novembre 2009/ Monday 9th and Tuesday 10th November, 2009

Auditorium Parco della Musica
Teatro Studio
Viale Pietro De Coubertin, 30
00196 Roma

Lunedì 9 novembre 2009/Monday 9th November, 2009

sezione I (pomeriggio)/session I (afternoon)
Il network internazionale dei musei di architettura
The international network of the museums of architecture

14:00
Saluti/Welcome speech Pio Baldi, Presidente Fondazione MAXXI
Introduzione/Introduction Maristella Casciato

Relatore/Keynote speaker Barry Bergdoll (MoMA, New York)

15:45
Tavola rotonda/Round table
Moderatore/Chair Marco De Michelis (IUAV, Venezia)
Coordinatore/Coordinator Pippo Ciorra

Interventi di/Speakers
Margherita Guccione (MAXXI architettura, Roma), Francesco Benelli
(Columbia University, New York), Ole Bouman (NAi, Rotterdam),
Marie-Ange Brayer (FRAC, Orléans), Fulvio Irace (Politecnico
di Milano), Dietmar M. Steiner (Architektur Zentrum, Wien)

Commenti di/Respondents
Christophe Pourtois (CIVA, Bruxelles)
Piero Ostilio Rossi (Università La Sapienza, Roma)

18:30
Conferenza/Lecture Gianfranco Dioguardi (Politecnico di Bari)

Martedì 10 novembre 2009/Tuesday 10th November, 2009

sezione II (mattina)/session II (morning)
Esporre il museo/Museums in display

9:30
Introduzione/Introduction Pippo Ciorra

Relatori/Keynote speakers
10:00 Jean-Louis Cohen (New York University)
10:45 Giuliana Bruno (Harvard University)
11:30 Franco Purini (Università La Sapienza, Roma)

sezione III (pomeriggio)/session III (afternoon)
Mostre di architettura: cura, organizzazione, allestimento
Architecture exhibitions: curators, managers and designers

15:00
Tavola rotonda/Round table
Moderatore/Chair Mirko Zardini (CCA, Montréal)
Coordinatore /Coordinator Maristella Casciato

Interventi di/Speakers
Aaron Betsky (Cincinnati Art Museum), Stefano Boeri
(“Abitare”, Milano), Beatriz Colomina (Princeton University),
Sarah Ichioka (The Architecture Foundation, London),
Anna Mattirolo (MAXXI arte, Roma), Anna Tonicello (ICAM),
Mark Wigley (Columbia University, New York)

Commenti di/Respondents
Manuel Blanco (Politecnico di Madrid)
Francesco Garofalo (Facoltà di architettura, Pescara)
Mario Lupano (IUAV, Venezia)

18:30
Conferenza/Lecture Diller Scofidio+Renfro (New York)

Ingresso libero fino a esaurimento posti/Free entrance subject to seat availability

crediti/credits
convegno ideato da/concept Margherita Guccione
curatori del convegno/symposium coordinators Maristella Casciato, Pippo Ciorra

Presidente Fondazione MAXXI/MAXXI Foundation, President Pio Baldi
Direttore MAXXI architettura/MAXXI architecture, Director Margherita Guccione
Direttore MAXXI arte/MAXXI art, Director Anna Mattirolo

contatti/contacts
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
t +39 06 32282219

www.maxxi.beniculturali.it

INVITO WEB

 
Hortus

Lo spessore della città

La ricerca Lo spessore della città prende corpo nel 2010 in occasione del secondo bando FIRB (Fondo per gli Investimenti della Ricerca di Base – Bando Futuro in Ricerca), pubblicato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Il bando nelle sue tre edizioni (2008, 2010, 2012) è indirizzato a sostenere ricerche di base di giovani studiosi. La stesura del progetto nella sua prima versione è il tentativo di tradurre assunti teorici, costruiti su nuove necessità di dialogo tra architettura e città, in concreti strumenti operativi.  Continua...

Alter-azioni

Questo libro raccoglie una serie di saggi sull’alterazione, ovvero sul rapporto interpretazione e realtà, sostanzialmente sul come si possa aumentare la realtà oltre l’impiego di strumenti tecnologici. Con l’espressione “realtà aumentata” si vuole qui sostenere l’autonomia della visione, la sua non necessità di protesi da altri impostate, a favore di un potenziamento delegato alla sola teoria. L’obiettivo è aggiornare il binomio teoria-progetto, superare inutili dualismi, affermare la coincidenza dei due termini non solo sul piano dei contenuti ma anche su quello degli strumenti. Continua...

peperone_giallo_trasphortusbooks è un progetto editoriale che nasce dall’esperienza di (h)ortus - rivista di architettura. Raccogliere saggi e riflessioni di giovani studiosi dell’architettura, siano esse sul contemporaneo, sulla storia, la critica e la teoria, sul progetto o sugli innumerevoli altri temi che caratterizzano l’arte del costruire è la missione che vogliamo perseguire, per una condivisione seria e ragionata dei problemi che a noi tutti, oggi, stanno profondamente a cuore.

hortusbooks si propone come una collana agile, aperta ad una molteplicità di contributi nel campo dell'architettura. I volumi vengono pubblicati con tecnologia print on demand dalla casa editrice Nuova Cultura di Roma e possono essere acquistati on-line tramite i maggiori canali di diffusione.

Il paesaggio chiama

paesaggio_chiama_tIn tante città mediterranee e anche qui, nella magnifica cornice dello Stretto di Messina, l’attuale urbanesimo genera immense aree abitate che non sono più né urbane né rurali. Ci guardiamo attorno e nella banalità che ci circonda cerchiamo nuove gravità, proprio in questi luoghi destrutturati, perché è qui che possono e devono prendere forma i paesaggi del nostro tempo. L’importanza del paesaggio è sentita quasi sempre in termini solo difensivi, senza la consapevolezza della sua rilevanza sociale e economica, e di conseguenza senza un coinvolgimento culturale e politico delle comunità. Continua...

Valle Giulia Flickr

vg_flickr_11

Il gruppo Valle Giulia Flickr nasce tre anni fa dall’idea di uno studente di architettura con la passione della fotografia.
Da un piccolo gruppo di appassionati, accomunati dalla voglia di imparare l’arte fotografica e di utilizzarla come strumento per “parlare” di architettura, si è arrivati ad un gruppo che oggi conta più di 260 iscritti.
Lo spirito del gruppo è quello della condivisione come mezzo di conoscenza, sia in campo architettonico che fotografico, e i contest proposti danno l’occasione agli iscritti di confrontarsi su varie tematiche in campo architettonico e sociale. Continua...

Dal paesaggio al panorama, dal panorama al paesaggio

camiz_copertina_tUna mostra che presenti fotografie di paesaggi naturali, così come un osservatore li vede durante una gita, un'escursione, un viaggio, anziché una mostra semplice come si potrebbe credere (perché si potrebbe azzardare che un panorama è sempre bello), si presenta come una mostra piuttosto complessa. In effetti, è la fotografia del paesaggio naturale che è più complessa di quanto non sembri. Infatti, se appunto un ambiente naturale ci appare quasi sempre come bello, in particolare se incontaminato, una sua fotografia non è detto che lo sia. Continua...

Il Giardino dei Cedrati di Villa Pamphilij

cedratiDalla loro domesticazione le piante da frutto sono sempre state utilizzate come elementi costitutivi di diverse tipologie di giardini. In molti giardini storici, a  fronte di esempi virtuosi di conservazione di aree a frutteto o di singole piante da frutto, molto più spesso questi spazi coltivati sono andati perduti, gradualmente sacrificati ad altre priorità nei necessari restauri vegetazionali con perdita di risorse genetiche di valore, ma anche dell’identità dei luoghi. Lo studio di un’ipotesi di recupero del Giardino dei Cedrati in Villa Doria Pamphilj (Roma), oggi profondamente cambiato nella sua forma, struttura e funzione e in progressivo abbandono, rappresenta l’applicazione di un innovativo approccio metodologico, esempio di quella  integrazione di discipline necessaria per non prescindere dalla natura sistemica  di questo luogo. Continua...

Rassegna Italiana | 5 Temi 5 Progetti

Il complesso di risorse culturali, artistiche, ambientali, che sono proprie di un paese noi lo chiamiamo Patrimonio (ma anche l'insieme dei cromosomi che ogni individuo eredita dai propri ascendenti). Le Case sono le abitazioni dell'uomo e l'Esterno è ciò che sta fuori, che viene da fuori. Il termine Tecnologia è composto da arte e discorso, dove per arte si intende(va) il saper fare, in altri termini il progetto del saper fare. La Catastrofe indica i grandi sconvolgimenti provocati dalla natura o dall'uomo. Continua...

Joomla Templates by Joomlashack